Simple, Free Image and File Hosting at MediaFire

Luigi Gubello, aka Evariste Galois, nell’estate 2017 si è introdotto nella piattaforma Rousseau e a ha messo a nudo le vulnerabilità del software su cui si basa la piattaforma stessa e, quindi, il sistema di voto on line del Movimento Cinque Stelle. Luigi ha fatto quello che fa un buon hacker : diffondere la conoscenza e svelare le magagne. Per questo è andato incontro anche a qualche problema giudiziario, fortunatamente risolto. A Luigi ho posto alcune domande alle quali ha gentilmente risposto. 1) Cosa ti ha spinto ad impegnarti in politica?

Ho deciso di volere un ruolo più attivo di determinate battaglie, principalmente quelle legate ai diritti digitali, ma in generale a tutti i diritti civili, di cui i diritti digitali fanno parte. A marzo è stata approvata la direttiva sul copyright, che risulta però problematica per via degli art. 15 e 17 (ex art. 11 e 13) che rischiano di limitare sensibilmente la libertà dei cittadini europei nel condividere velocemente informazioni e materiale online.

2) Perchè, secondo te, l'idea di Europa è così fortemente in crisi?

L'Europa è in crisi per diverse motivazioni, un insieme di concause, e non voglio commettere l'errore di semplificare eccessivamente il discorso. Una delle varie concause, secondo me, è la distanza percepita dai cittadini tra loro e le istituzioni europee, dove poi vengono prese le decisioni. Basti pensare alla protesta contro direttiva del copyright che in Germania, e in generale nel nord Europa, ha mobilitato decine di migliaia di persone eppure questa manifestazione di protesta civile non sembra aver sollevato alcun dibattito nelle opportune sedi europee per rivedere da direttiva.

3) Quali sono i punti salienti del programma politico del partito con cui ti candidi alle elezioni Europee?

I Partiti Pirati di tutta Europa, compreso quello italiano, hanno deciso di presentarsi con il medesimo programma: il CEEP2019 [https://www.partito-pirata.it/ceep19/]. I punti che io trovo maggiormente rilevanti sono quelli riguardanti i diritti digitali: la protezione dei whistleblower [par 2.10], i diritti digitali [par 6] e promozione e diffusione del software open source [par 7]. La speranza è quella di sensibilizzare i cittadini su queste questioni, facendo capire quanto la tutela dei propri dati sia fondamentale nella vita quotidiana.

4) Qual'è il tuo scrittore preferito? e il tuo musicista?

Solitamente mi affezione alle opere più che agli autori, così su due piedi ti direi che ho molto apprezza "Il piccolo principe" di Antoine de Saint-Exupéry, un grande classico, e poi ho molto apprezzato "Il barone rampante" di Italo Calvino, sono molto affezionato al protagonista di quel libro. Per quanto riguarda la musica, se dovessi citare una band su tutte direi Sigur Ros, ma anche Elliot Smith o i National. Apprezzo molto anche i vecchi cantautori italiano: Luigi Tenco, Fabrizio De André e Francesco de Gregori.

5) Qual'è l'uomo politico che più ha ispirato le tue scelte?****

Non so bene come risponderti a questa domanda in realtà. Non ho una reale figura di riferimento, non nell'ambito politico, al più so da quali politici vorrei essere totalmente diverso.

6) Sei diventato "famoso" per aver hackerato la piattaforma "Rousseau", cosa ne pensi delle competenze informatiche dei 5S ?

Non penso sia una questione prettamente dei 5 Stelle, quella delle competenze di chi ha progettato il sito. Spesso siti web e altri lavori vengono affidati a tecnici, che sono umani e possono sbagliare. È vero che il Movimento 5 Stelle, almeno originariamente, era visto come "il partito della rete" e aveva nella rete e nei social network il perno centrale della propria comunicazione e quindi la notizia di Rousseau può aver avuto un forte impatto mediatico anche per questo motivo e per questa visione del M5S.

7) Allo stato attuale delle conoscenze è sensato pensare ad una votazione politica on line e se si con quale tecnologia?

Personalmente, allo stato attuale, penso che non si possa fare una votazione online che segua le regole del voto italiano. Si possono fare delle votazioni in cui si usano altre regole, ma non sono a conoscenza di un sistema, ritenuto sicuro, che possa permette di votare da remoto permettendo anonimato, unicità e riconteggio dei voti.

La foto del post è tratta dal sito dagospia.com

jscomments: provider: disqus