Considerato che sta prevalendo la politica della "chiusura dei porti" non si potrebbero chiudere i porti anche all'esportazione delle bombe (vedi quello di Cagliari) verso paesi in guerra. Forse esiste un'equazione semplice: meno bombe piombano addosso ad un popolo meno questo popolo avrà necessità di emigrare. Non è difficile da capire: meno bombe meno immigrati. Meno bombe meno guadagni per l'industria delle armi. Ma è un'industria che vogliamo scoraggiare ?

jscomments: provider: disqus